FARMACODYNAMIA ED APPLICAZIONI TERAPEUTICHE
DELL'IBOGA E DELL'IBOGAINE





racine Iboga

ACCOGLIENZA

INDEX

1/la pianta

2/la religione di eboga

3/iboga ed addiction

4/Agora: esperienze vissute, articoli, diversi,

5/album foto

 

 

 

 

L'ibogaine in psicoterapia e nella lotta contro la farmacodipendenza agli stupefacenti

Robert GOUTAREL, Direttore di Ricerca Onoraria al C.N.R.S.;
Otto GOLLNHOFER e Roger SILLANS, etnologi, C.N.R.S.
(Francia, Centro Nazionale della Ricerca Scientifica,




III I rituali del Gabon dell'iboga
Bwiti dei Fang



Lungo le regioni costiere del Gabon, il Bwiti ha cominciato ad essere conosciuto dai Fang all'epoca delle esplorazioni di Savorgnan di Brazza, ma secondo una lettera di Lucien Meyo, segretario del Profeta Ekang Nwa, "sono in 1908, che gli Itsogho ed i Bapinzi arrivarono in Gabon, questo essere-a-dire nell'estuario di Libreville. È là che appresero ai Fang a mangiare "l'iboga per la radice." Prima di questo periodo, i Fang utilizzavano i fogli di iboga e di alan, Alchornea floribunda, un euphorbiacée della quale la Sig.ra F. Khuong-Huu30 ha isolato un nuovo alcaloide, l'archornéine, ma uniche gli effetti delle radici di boga producono finalmente le visioni del Bwiti.

Il Bwiti dei Fang, alla differenza dei Mitsogho, accetti le donne come membri, ma tutti, qualche o il sesso, sono ammessi solamente dopo avere preso dell'iboga.

La radice di iboga è assorbita, non solo sotto forma delle fini raschiature, ma anche in una preparazione fatta di succo di canna o di zucchero, di vino di palma o di latte. Mentre l'estrazione delle radici di iboga è riservata agli uomini, i "preparazioni galéniques" sono fatti dalle donne e sono dette "espressi" o "automatici."

Delle tali preparazioni che riducono l'amarezza ed avvertono parzialmente i vomiti, permettono di raggiungere più velocemente la fase normativa.

Durante i riti di passaggio, i caratteri essenziali dei riti Mitsogho sono preservati ed il linguaggio rituale è Mitsogho.

Tuttavia, la "madre" è una donna, talvolta corredata di suo marito che diventa il "padre".

Una grande importanza è data alla pensione ed alla confessione che precede l'iniziazione.

La nozione di purezza è un'ossessione del mentalità Fang, ed il manducation è percepita come una prova che serve ad espiare, vomitando, gli errori che sono stati commessi.

Il Bwiti Fang è il risultato di un adattamento del Bwiti originario al culto degli antenati tradizionali (Byeri), con l'integrazione di elementi e di concetti cristiani, attualmente.

Ne risulta che il Bwiti Fang non è uniforme e è strutturato in parecchi rami che sono indipendenti une degli altri ed al mezzo dalle quali infiora dei movimenti "profetici e messianici."

Secondo Michel Fromaget (1986)19, Presidente del dipartimento di Psicologia dell'università di Libreville del 1981 a 1983, ci sono due tipi di Bwiti in Gabon.

1 - il Bwiti dei Mitsogho che è stato preservato in una forma molto sobria e molto vicino al modello originario, il Bwiti iniziale o Bwiti Disumba, del nome della prima donna che ha due varianti,:

- Il Bwiti Mitsogho dei nganga-avere-misoko, profeti e stregoni indovini, terapeuti eminenti che praticano la guarigione psicosomatica ed un tipo di psicanalisi.

- Il Bwiti Non Dea, un culto di stregoni, una deviazione del Bwiti Mitsogho coi sacrifici umani e del cannibalismo di cui lo scopo finale è magico, l'acquisizione di poteri soprannaturali.

2 - il Bwiti Fang, conosciuto dei Fang ad una data ulteriore che è un stupefacente sincretismo di Cristianesimo e di animismo.

Ufficio (1972)7 menzionano dodici suddivisioni del Bwiti Fang. Questo è perché, dobbiamo rinunciare ad ogni idea di studiare il Bwiti Fang come un'entità uniforme ed omogenea, ed egli sarebbe illusorio ed inesatto di ricercare una "visione normativo Fang" comparabile a quella del Bwiti Mitsogho.

Questo è perché, dentro ad una comunità nella quale l'iniziazione deve prendere posto, tutto dipende dalle relazioni che sono accettate in questa comunità, tra i culti degli antenati, rappresentati dai loro crani, il Bwiti originario ed il Cristianesimo.

Se paragoniamo, in termini larghi, il Bwiti Fang ed il Bwiti originario, troviamo delle similitudini sorprendenti tra i contenuti delle visioni. Solo lo scenario, i visi o le persone rappresentate differiscono. Queste ultime sono delle entità derivate del Cristianesimo e possono apparire in numero illimitato.

Tuttavia, sarebbe un errore di credere che il Bwiti Fang si è smarcato completamente del Bwiti originario e della cultura ancestrale dei Fang. Gli elementi sono ma non sono molto apparenti. Tuttavia, possono apparire se conosciamo il connection tra i visi che sono riconosciuti e quelli che è nascosto dietro essi.

Una figura religiosa cristiana può incarnare parecchie entità spirituali Fang allo stesso tempo, e viceversa.

Durante i riti di passaggio, troviamo gli stessi effetti psychophysiologiques che quegli osservato dai Mitsogho.

Dopo una lunga serie di periodi, durante la sua ascensione mistica, l'argomento sotto l'influenza dell'iboga, al suo apogeo, si sente come "trasportato per il vento" verso l'aldilà davanti alla casa del Cristo e di Dio. È guidato verso questo luogo per i suoi antenati al suono dell'arpa.

Una voce gli dà il suo nome initiatique e gli dice quanto denaro avrà a pagare per la sua iniziazione.

Durante il suo viaggio, vede parecchi santi, Noè, dei preti nella loro tonaca. Il Cristo, nei vestiti di oro, interroga lo straniero sulle ragioni della sua visita. Ed il neofita risponde: "Cerco, desidero vedere il Signore Gesù Christ." "Sono quello che cercate", risponde il Cristo.

Di un neofita all'altro, il contenuto della narrazione descrive degli incontri col Cristo in un altro scenario.

L'argomento attraversa di accesso "un purgatorio, dove l'uomo soffre" il paradiso coi suoi sette livelli poi dove scivolano degli angeli. Sul livello superiore, il viaggiatore vede un uomo che porta una croce, e più lontano la barba di Dio Padre.

In altre visioni, la Vergine Marie, Adamo e Lucifero appaiono

Il dialogo è praticamente identico in ogni visione a quello riportato dai Mitsogho.

In questo sincretismo, Ngyingon (principio femmina) donna del primo uomo, chiamato Disumba dai Mitsogho, è assimilata al tempo stesso ad Eva ed alla Vergine Marie.

In quanto a Nzame, il principio maschio, il primo uomo, o Nzamba-Kana dai Mitsogho, è rappresentato da Gesù Cristo.

Per certi profeti, Adamo e Gesù Cristo personificano "l'essere Supremo" che non è percepito mai nei visioni Mitsogho.

Lucifero, il serpente-arco-in-cielo, è presente nel visione Fang. Rappresenta il diavolo che è Evus, una nozione molto conosciuta dei Fang.

Durante la loro vita, i Fang possono fare parecchi viaggi nelle condizioni rituali del Bwiti, permettendoloro di confermare la realtà delle loro visioni. Gli iniziati possono appartenere anche alla società detta di possesso Ombwiri, riservata alle donne e chiamata Ombudi dai Mitsogho. Questa società che gioca un grande ruolo nella diagnosi medica, è caratterizzata dalla visione, sotto l'influenza dell'iboga, di geni che riveleranno la natura dell'afflizione di cui soffre il paziente venuto consultare durante sedute divinatorie pubbliche.

Nell'Ombwiri, possiamo notare qualche similitudine col Vudù dei Caraibi e del Sudamerica.

Dai Mitsogho, la visione normativa è quella di tutta la tribù e corrisponde dagli iniziati alla conoscenza registrata oralmente dalla loro infanzia dentro alla tribù.

Dai Fang, osserviamo di numerose differenze a causa dei cambiamenti e delle trasposizioni che potuto prendere posto nell'esperienza iniziatrice, sotto l'influenza del cristianesimo, della competizione tra i movimenti profetici e messianici più o meno ortodossi e della perdita della nozione tribale.

Alcuni bianchi, la maggior parte dei francesi, hanno fatto volontariamente l'esperienza del manducation dell'iboga. Un piccolo numero di essi è potuto essere intervistati. Un studio dell'interpretazione di queste interviste progredisce attualmente, O. Gollnhofer e R. Sillans.


(O. Gollnhofer e R. Sillans, 1985,; O. Gollnhofer e R. Sillans, 1983,; J. Binet, O., Gollnhofer e R. Sillans, 1972)(23,24,4,


Indice dell'articolo


[seguito articolo] [seguito bwiti] [ACCOGLIENZA] [ALBUM FOTO] [INDICE]